Miei Carissimi Parrocchiani e Amici,

Desidero condividere con Voi queste piccole briciole di riflessioni sulla nascita di Gesù nostro Salvatore.

Con Maria contempliamo il volto di Cristo: in quel Bimbo, avvolto in fasce e deposto nella mangiatoia, è Dio che viene a visitarci per guidare i nostri passi sulla via della pace. Maria lo contempla, lo accarezza e lo riscalda, interrogandosi sul senso dei prodigi che avvolgono il mistero del Natale.

Cristo è nato per noi, venite, adoriamo! Veniamo a Te, in questo giorno solenne, dolce Bambino di Betlemme, che nascendo hai nascosto la tua divinità per condividere la nostra fragile natura umana. Illuminati dalla fede Ti riconosciamo come vero Dio incarnato per nostro amore. Tu sei l’unico Redentore dell’uomo!

Dalla notte di Betlemme fino a oggi, il Natale continua a suscitare inni di gioia, che esprimono la tenerezza di Dio seminata nel cuore degli uomini. In tutte le lingue del mondo, si celebra l’evento più grande e più umile: l’Emmanuele, Dio con noi per sempre.

Il Natale è la festa dell’Amore divino: per amore Egli ci ha creati, per amore ci ha redenti in Cristo e ci attende nel suo regno.

Non possiamo pertanto trasformare e avvilire il Natale in una festività di inutile spreco, in una manifestazione all’insegna del facile consumismo: il Natale è la festa dell’Umiltà, della Povertà, della Spogliazione, dell’Abbassamento del Figlio di Dio, che viene a donarci il suo infinito Amore.

Oggi, giorno di gioia, risuona per gli abitanti del mondo intero il lieto annuncio della nascita del Figlio di Dio: Natale è mistero di grazia da contemplare; Natale è evento straordinario da condividere.

Desidero esprimere il mio augurio a tutti Voi. Che nelle Vostre Famiglie sia la benedizione del Bambino Gesù e la Sua Grazia; che sia la gioia della Sua venuta e le Vostre case diventano come la Casa di Nazareth dove Gesù cresce e da forza nel attraversare tutte le difficoltà della vita. Buon Natale.

Don Mario