CELEBRAZIONE DEL S. ROSARIO

ALLA PIEVE DI S. VITTORE

Rapolano Terme A.D. 2022

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen
– O Dio vieni a salvarmi;
Signore vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre …
O Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno,
porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua Misericordia.
Maria, Regina della Pace. Prega per noi.

Misteri del s. Rosario

Litanie lauretane

Signore, pietà
Cristo, pietà
Signore, pietà.
Cristo, ascoltaci.
Cristo, esaudiscici.

Padre del cielo, che sei Dio, Abbi pietà di noi.
Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio,
Spirito Santo, che sei Dio,
Santa Trinità, unico Dio,

Santa Maria, prega per noi.
Santa Madre di Dio,
Santa Vergine delle vergini,

Madre di Cristo,
Madre della Chiesa,
Madre della divina grazia,
Madre purissima,
Madre castissima,
Madre sempre vergine,
Madre immacolata,
Madre degna d’amore,
Madre ammirabile,
Madre del buon consiglio,
Madre del Creatore,
Madre del Salvatore,
Madre di misericordia,

Vergine prudentissima,
Vergine degna di onore,
Vergine degna di lode,
Vergine potente,
Vergine clemente,
Vergine fedele,

Specchio della santità divina,
Sede della Sapienza,
Causa della nostra letizia,
Tempio dello Spirito Santo,
Tabernacolo dell’eterna gloria,
Dimora tutta consacrata a Dio,
Rosa mistica,
Torre di Davide,
Torre d’avorio,
Casa d’oro,
Arca dell’alleanza,
Porta del cielo,
Stella del mattino,
Salute degli infermi,
Rifugio dei peccatori,
Consolatrice degli afflitti,
Aiuto dei cristiani,

Regina degli Angeli,
Regina dei Patriarchi,
Regina dei Profeti,
Regina degli Apostoli,
Regina dei Martiri,
Regina dei veri cristiani,
Regina delle Vergini,

Regina di tutti i Santi,
Regina concepita senza peccato originale,
Regina assunta in cielo,
Regina del santo Rosario,
Regina della famiglia,
Regina della pace.
Regina di Rapolano

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
ascoltaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi.

Prega per noi, Santa Madre di Dio.
E saremo degni delle promesse di Cristo.

Salve Regina…

PREGHIERE ALLA MADONNA DELLA CONSOLAZIONE
Sotto la Tua protezione veniamo a rifugiarci,
S. Madre di Dio. Non respingere le preghiere che Ti rivolgiamo nelle nostre necessità,
ma liberaci sempre da tutti i pericoli, Vergine gloriosa e benedetta.
Vergine SS., Madre di Immensa tenerezza,
intercedi presso il Tuo divin Figlio, nostro Redentore,
affinché possiamo liberarci dal peso del peccato, per vivere sempre del suo Spirito.
Vergine SS., modello di chi accoglie la Parola e la mette in pratica,
aiutaci, perché possiamo ascoltare la Parola di Dio e viverla.
Vergine SS., e Madre premurosa, intercedi presso il Tuo divin Figlio,
perché mandi il suo Spirito in aiuto alla nostra debolezza,
affinché perseverando nella fede,
cresciamo nell’amore e possiamo camminare insieme
fino alla meta della beata speranza.
Santa Maria, soccorri i miseri, aiuta i deboli,
conforta gli afflitti, prega per il popolo di Rapolano,
intercedi per le nuove vocazioni al sacerdozio ed alla vita consacrata;
che tutti Ti onorano e sentano la Tua protezione. Amen.

Ci rivolgiamo a Te, o Vergine della Consolazione,
muro inespugnabile e fortezza in cui si è salvi.
Disperdi i consigli del male, cambia in gioia il dolore del tuo popolo,
fa sentire la Tua voce al mondo, fortifica chi ti è devoto,
supplica il dono della pace sulla terra.
Accompagna con la Tua potente intercessione la nostra parrocchia di Rapolano,
che Ti invoca come protettrice.
Tu sei, o Madre di Dio, la porta della nostra speranza.
Ti proclamiamo Beata, noi, genti di tutte le generazioni, o Vergine Consolata;
in Te, Colui che supera ogni cosa, Cristo nostro Dio si è degnato di abitare.
Beati siamo noi, che abbiamo Te come nostra difesa,
perché Tu intercedi notte e giorno per noi.
“Salve, o Piena di Grazia, il Signore è con Te”.
Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre, Angelo di Dio, l’eterno riposo.

TANTUM ERGO SACRAMENTUM
veneremus cernui et antiquum documentum
novo cedat ritui.
Praestet fides supplementum sensuum defectui.
Genitori genitoque laus et jubilatio
salus, honor, virtus quoque
sit et benedictio.
Procedenti ab utroque compar sit laudatio.
Amen.

C. Hai dato loro il pane disceso dal cielo. Alleluia.
R. Che porta in sé ogni dolcezza. Alleluia.

Pregiamo
Guarda, o Padre, al tuo popolo,
che professa la sua fede in Gesù Cristo,
nato da Maria Vergine,
crocifisso e risorto,
presente in questo santo sacramento
e fa’ che attinga da questa sorgente di ogni grazia
frutti di salvezza eterna.
Per Cristo nostro Signore.
R. Amen

Benedizione eucaristica

Dio sia benedetto
Benedetto il Suo Santo Nome
Benedetto Gesù Cristo vero Dio e vero uomo
Benedetto il nome di Gesù
Benedetto il Suo Sacratissimo Cuore
Benedetto il Suo preziosissimo Sangue
Benedetto Gesù nel Santissimo Sacramento dell’altare
Benedetto lo Spirito Santo Paraclito
Benedetta la gran Madre di Dio Maria Santissima
Benedetta la Sua Santa e Immacolata Concezione
Benedetta la Sua gloriosa Assunzione
Benedetto il nome di Maria Vergine e Madre
Benedetto San Giuseppe Suo castissimo sposo
Benedetto Dio nei Suoi angeli e nei Suoi santi 

CANTI FINALI
LIETA ARMONIA
Lieta armonia
nel gaudio del mio spirito si espande,
l’anima mia magnifica il Signor:
Ei solo è grande, Ei solo è grande
Umile ancella
degnò di riguardarmi dal suo trono,
e grande e bella mi fece il Creator:
Ei solo è buono, Ei solo è buono.
E me beata
dirà in eterno delle genti il canto;
e m i ha esaltata per l’umile mio cuor:
Ei solo è santo, Ei solo è santo
VERGIN SANTA
Vergin santa che accogli benigna
chi t’invoca con tenera fede,
volgi un guardo dall’alta tua sede
alle preci d’un popol fedel.
Rit. Deh, proteggi fra tanti perigli
i tuoi figli o Regina del ciel.
Deh, proteggi fra tanti perigli
i tuoi figli o Regina del ciel.
Tu Maria sei splendida face
che rischiara il mortale sentiero,
sei la stella che guida il nocchiero
e lo salva dall’onda crudel.

IL TREDICI MAGGIO
Il tredici maggio apparve Maria
a tre pastorelli in Cova d’Iria!
Rit. Ave, ave, ave Maria
Splendente di luce un sole apparìa
il volto suo bello: veniva Maria.
Rit.
Ed ei spaventati di tanto splendore,
si diedero in fuga con grande timore!
Rit.
Ma dolce la Madre allora l’invita,
con questa parola al cuor sì gradita!
Rit.
“Miei cari fanciulli, niun fugga mai più:
io sono la mamma del dolce Gesù.”
Rit.
“Dal Ciel son discesa a chieder preghiera
pei gran peccatori con fede sincera!”
Rit.
In mano un rosario portava Maria
che addita ai fedeli del cielo la via!
Rit.
Madonna di Fatima la stella sei tu,
che al cielo ci guidi, ci guidi a Gesù!
Rit.

NOME DOLCISSIMO
Nome dolcissimo, nome d’amore:
tu sei rifugio al peccatore.
Rit. Fra i cori angelici e l’armonia:
ave Maria, ave Maria!
Fra i cori angelici e l’armonia:
ave Maria, ave Maria!
Madre santissima dell’infelice,
tu sei la provvida consolatrice.

GIOVANE DONNA

Giovane donna, attesa dell’umanità:
un desiderio d’amore e pura libertà.
Il Dio lontano è qui vicino a te,
voce e silenzio, annuncio di novità.
Rit. Ave Maria! Ave Maria!
Dio t’ha prescelta qual Madre piena di bellezza,
e il suo amore t’avvolgerà con la sua ombra.
Grembo per Dio venuto sulla terra:
tu sarai madre di un uomo nuovo.
Rit.
Ecco l’ancella che vive della tua parola,
libero il cuore perché l’amore trovi casa.
Ora l’attesa è densa di preghiera
e l’uomo nuovo è qui in mezzo a noi.
Rit.

ANDRO’ A VEDERLA UN DI’
Andrò a vederla un dì
in cielo patria mia;
andrò a veder Maria
mia gioia e mio amor.
Rit. Al ciel, al ciel, al ciel andrò a vederla un dì. (2 volte)
Andrò a vederla un dì
è il grido di speranza,
che infondemi costanza,
nel viaggio e fra i dolor.
Rit.
Andrò a vederla un dì
andrò a levar i miei canti
cogli Angeli e coi Santi
per corteggiarla ognor.
Rit.

DELL’AURORA TU SORGI

Dell’aurora Tu sorgi più bella,
coi tuoi raggi fai lieta la terra
e fra gli astri, che il cielo rinserra
non v’è stella più bella di Te.

Rit. Bella tu sei qual sole,

bianca più della luna:
e le stelle più belle
non son belle al par di Te.

Ti incoronano dodici stelle,
della luna si curva d’argento,
al tuo pié piega l’alito il vento
il tuo manto ha il colore del mar.
Rit.
Delle perle tu passi l’incanto,
la bellezza tu vinci dei fior,
tu dell’iride eclissi i bagliori,
il tuo volto rapisce il Signor
Rit.

MIRA IL TUO POPOLO
Mira il tuo popolo, o bella Signora,
che pien di giubilo oggi ti onora.
Anch’io festevole corro ai tuoi piè,
O santa Vergine, prega per me!
Il pietosissimo tuo dolce cuore
egli è rifugio al peccatore.
Tesori e grazie racchiude in sé,
O santa Vergine, prega per me!
In questa misera valle infelice
tutti ti invocano soccorritrice:
questo bel titolo conviene a te,
O santa Vergine, prega per me!

MILLE VOLTE BENEDETTA
Mille volte benedetta,
o dolcissima Maria,
benedetto il nome sia
di tuo Figlio Salvator.
Rit. O Maria consolatrice,
noi t’offriamo i nostri cuor!
Fin dall’ora del peccato
fu l’umana stirpe infetta;
Dio la Madre ha in te
predetta del futuro Redentor.
O purissima Maria
il tuo piede immacolato
schiacciò il capo avvelenato
del serpente insidiator.
Rit.
O Maria, nostra avvocata,
l’universo in te confida,
perché sei rifugio e guida
e al giusto e al peccator.
Rit.

MADRE PER LE TUE GRAZIE
Madre per le tue grazie caste e rare
ad avvivare il palpito d’Amore in ogni cuore.
Il Ciel fatto terreno
ti scese in seno.

Madre ridoni il riso tuo giocondo,
la pace al mondo che la cerca invano, da te lontano.
Né sa che è  sol nel cuore pien di candore.

Madre a te canti unita l’alma mia
nell’armonia dei Santi in Paradiso e del tuo viso
all’estasi soave l’eterno Ave.

BIANCA REGINA, FULGIDA 
Bianca Regina, fulgida
stella del vasto mare
come dura ci appare
la nostra via quaggiù!

Ma il tuo sorriso , o Vergine,
è a noi conforto e vita,
e l’anima smarrita
ritorna al tuo Gesù .

In un giorno di lacrime,
nella taverna oscura,
bella la tua figura,
come un sole splendé.

Allor questo tuo popolo
Ti chiamò suo Conforto :
dal dolore risorto
a la gioia per Te!

QUANDO NELL’OMBRA
Quando nell’ombra cade la sera
è questa o Madre, la mia preghiera
fa pura e santa l’anima mia.
Ave, Maria, ave! (2 volte)
E quando l’alba annunzia il giorno
al tuo altare faccio ritorno
dicendo sempre con voce pia.
Ave, Maria, ave! (2 volte)
Nei giorni lieti di gioia pura
e in quelli ancora della sventura
ti dirò sempre, o Maria mia:
Ave, Maria, ave! (2 volte)

E’ L’ORA CHE PIA
E’ l’ora che pia la squilla fedel
le note c’invia dell’Ave del ciel.
Ave, ave, ave Maria ! Ave, ave, ave Maria!
E’ l’ora più bella che suona nel cor,
che mite favella di pace e d’amor.
Ave, ave, ave Maria ! Ave, ave, ave Maria!
Discenda la sera o rida il mattin,
ci chiama a preghiera il suono divin.
Ave, ave, ave Maria ! Ave, ave, ave Maria!
Esalta l’ancella del grande Signor
la mistica stella dell’almo splendor.
Ave, ave, ave Maria ! Ave, ave, ave Maria!
Noi pur t’onoriamo
O Madre d’Amor
Noi pur l’esaltiamo
Purissimo fior
Ave, ave, ave Maria ! Ave, ave, ave Maria!
Noi luce e fragranza
Vogliam la speranza
L’amore le fé
Ave, ave, ave Maria ! Ave, ave, ave Maria!
Più bianca del gligli,
Regina d’Amor,
Accetta dal figli
L’offerta del cuor.
Ave, ave, ave Maria ! Ave, ave, ave Maria!

SANTA MARIA DEL CAMMINO
 
Mentre trascorre la vita
solo tu non sei mai;
Santa Maria del cammino
sempre sarà con te.
Rit. Vieni, o Madre, in mezzo a noi,
vieni, Maria, quaggiù.
Cammineremo insieme a Te
verso la libertà.
Quando qualcuno ti dice:
«Nulla mai cambierà»,
lotta per un mondo nuovo,
lotta per la verità!
Rit.
Lungo la strada la gente
chiusa in se stessa va;
offri per primo la mano
a chi è vicino a te.
Rit.
Quando ti senti ormai stanco
e sembra inutile andar,
tu vai tracciando un cammino:
un altro ti seguirà.
Rit.

NOI RITORNIAMO A TE
Noi ritorniamo a Te Vergine Bella
Per umiltà regina
Il Cielo a Te s’inchina
Quando ti dici del Signor ancella.

Siam stanchi di odiare e maledire
Ridonaci l’Amore.
Nell’umiltà del cuore
Insegnaci ad amare e benedire.

Con Te l’anima nostra sarà forte
Se ancor aspra è la via:
Con Te, dolce Maria,
Ore e nell’ora della nostra morte.

MARIA TU CHE HAI ATTESO
Maria, Tu che hai atteso nel silenzio,
la Sua Parola per noi:
Rit. Aiutaci ad accogliere,
il Figlio Tuo che ora vive in noi!
Maria, Tu che sei stata così docile,
davanti al Tuo Signor:
Rit.
Maria, Tu che hai portato dolcemente
l’immenso dono d’amor:
Rit.
Maria, Tu che umilmente hai sofferto,
del Suo ingiusto dolor:
Rit.
Maria, Tu che ora vivi nella gloria,
accanto al Tuo Signor:
Rit.

VIENI TRA NOI DOLCISSIMA

Vieni tra noi, dolcissima
Madre del Santo Amor:
Te acclama questo popolo
Con rinnovato ardor.

Quanto sei bella, o Vergine,
gran Madre del Signor:
quanto sei buona e amabile,
deh! mostraci il tuo cuor.

Cuor più amante
Del tuo non v’è:
o Madre e Vergine,
sia gloria a Te!

O DEL CIELO GRAN REGINA
Rit. O del cielo gran Regina
Tu sei degna d’ogni Amor:
La bellezza Tua Divina
Chi non ama non ha cuor.

Tu sei Madre, Tu sei sposa,
Tu sei figlia del Signor,
Tu sei quella bianca rosa
Che innamora i nostri cuor
Rit.
Madre sei del bell’Amore,
Della Speme e del Timor,
Tu del cielo sei l’onore
Dei del mondo lo splendor.
Rit.
A Maria dunque vanite
Alme tutte e i vostri cuor,
Riverenti a Lei offrite
Tutti accesi sel suo Amor.
Rit.